Stravince Salvini nelle elezioni regionali in Umbria: crollo del PD e dei 5 Stelle.

Donatella Tesei, neo governatrice dell'Umbria.

La vittoria del Centro Destra unito, nelle elezioni in Umbria, oggi 27 ottobre 2019, è stata clamorosa.

E’ una giornata storica perché lo spoglio delle schede, per le elezioni a governatore, evidenzia una disfatta del Centro Sinistra. Salvini stravince, poiché trionfa la candidata senatrice leghista, Donatella Tesei, avvocatessa, ora neo governatrice, che vuole l’alta velocità in Umbria.

Così l’Umbria, regione governata dalla Sinistra da oltre 50 anni, cambia colore: da rossa diventa verde e manda a casa “i compagni”. 

Nonostante il pronostico poco educato del premier Conte, il quale aveva affermato che il voto dell’Umbria non poteva essere determinante perché non più grande di una città come Lecce, la percentuale dei votanti, con affluenza del 64,2% è stata molto alta, un segnale di partecipazione democratica per far capire a questo governo che deve andare a casa.

Questa regione, storicamente rossa, ha dato una batosta al PD, perché l’Umbria non sarà più un fortino della Sinistra e questo risultato diventerà probabilmente determinante anche per le prossime elezioni in Calabria e in Emilia Romagna, anch’esse roccaforti rosse.

Alla Sinistra è mancata una politica capace di suscitare sogni di avere un’idea collettiva del futuro del nostro Paese e di evitare l’abbandono dell’Italia non solo da parte dei “cervelli” in fuga, ma dei giovani, delle nascenti famiglie ed ora degli anziani che, oberati dalle tasse, lasciano il nostro Paese alla ricerca di condizioni di vita più favorevoli. E’ stato un tonfo elettorale per Di Maio, che probabilmente ne subirà le conseguenze e ne esce indebolito il ruolo di Conte, con l’aggravio che, proprio questa sera, il Financial Times, scrive che Conte sarebbe collegato a un fondo di investimento, sostenuto dal Vaticano, che è al centro di un’indagine per corruzione.

Il risultato delle elezioni dimostra che la politica non vive più di ideologie ma della capacità di risolvere i problemi del popolo, per questo la Sinistra deve riscoprire se stessa e i suoi valori. Difficile dire cosa accadrà domani, per ora è chiaro che non piace la coalizione di questo Governo, composto da gruppi di oligarchici che si sono uniti per mantenere le poltrone e non morire.

 

 

 

Lascia un commento