“Passi prima lei”, “No, no passi lei”. Conoscere le regole ci evita l’imbarazzo.

Katherine Hepburne, attrice, 1907-2003.

Quante volte al giorno entriamo e usciamo da un negozio, dalla metro, da un portone e lì, per un difetto o un eccesso di gentilezza, troviamo chi ci sbarra il passo o vuole darci per forza la precedenza.

Le regole di buona educazione hanno già definito le precedenze: prima escono quelli che stanno dentro dopo entrano gli altri. Qualche eccezione c’è: se chi entra è anziano e chi esce è più giovane, se chi deve entrare ha un bimbo in braccio o un impedimento, se sta per entrare una donna e sta uscendo un uomo, ma anche se fuori piove a dirotto. I principi elementari di buone maniere valgono per chiunque, qualsiasi sia la classe sociale di appartenenza, sono regole che disciplinano da secoli anche il rapporto donna-uomo.

Non è un caso se per entrare in un bar o in un ristorante: prima entra l’uomo e tiene aperta la porta per far entrare la donna; se la porta è girevole l’uomo terrà ferma la porta, farà entrare la signora poi la seguirà nel vano successivo. Solo quando ad aprire la porta sarà un cameriere, entrerà prima la donna seguita dall’uomo. Questa regola antichissima, che dà la precedenza all’uomo quando si entra nei locali, nacque dalla possibilità di fare cattivi incontri quando si entrava nelle taverne, tanto è vero che il cavaliere, prima di far entrare la dama, ispezionava direttamente o faceva perlustrare il locale. La donna sarà sempre la prima ad entrare in casa di parenti o amici e a uscire da un locale.

Un antico principio di protezione vuole che, ancora oggi, la donna cammini alla destra dell’uomo, un’ usanza derivante dal fatto che i cavalieri usavano le spade tenendo il fodero sul fianco sinistro quindi, se la donna stava a destra il cavaliere l’avrebbe potuta difendere più facilmente, potendo sfoderare l’arma con la mano destra. Ancora per un’idea di protezione quando la donna è insieme a due uomini, camminerà in mezzo a loro; quando, in coppia cammina sul marciapiede, l’uomo cammina sul lato esterno mentre la donna cammina sul lato più protetto e se viene qualcuno dal lato opposto darà la precedenza chi cammina sul lato esterno.

Lascia un commento