Non discutere mai con un idiota (Oscar Wilde)

di Anna Maria Onelli

16 ottobre 2020

Oscar Wilde (1854-1900)
Lo scrittore irlandese,  che indossava calze di seta, pantaloni al ginocchio, strane cravatte e giacche di velluto, amava passeggiare tenendo tra le mani un giglio o un girasole. Conosciuto per il suo modo di scrivere raffinato, per le sue battute di spirito, le sue frasi brevi e sentenziose e il suo modo di vedere il mondo controcorrente, fu un amante della letteratura e del lusso, ma fu sempre in difficoltà economiche. 

Si sposò solo per interesse e per le sue frequentazioni omosessuali subì ben tre processi, finché nel 1895, fu condannato a due anni di lavori forzati. Allora, l’omosessualità era considerata un crimine, chiamato «gross public indecency», equiparato ad “atti osceni in luogo pubblico”. Per questo non poté più rivedere i suoi due figli. Fu un giornalista, un poeta, un drammaturgo e scrisse i più importanti capolavori teatrali dell’Ottocento, “ Il ritratto di Dorian Gray”, “L’importanza di Chiamarsi Ernesto”,…Morì in Francia, a soli quarantasei anni, per una forma di meningite.

Un suo celebre aforisma: 

  Non discutere mai con un idiota…Ti trascina al suo livello e ti batte con l’esperienza

 

Lascia un commento