L’amore ha tante facce: chi per amore uccide e chi lascia la corona. Il 1936, “L’ anno dei tre Re”.

di Anna Maria Onelli

11 marzo 2019

 

Edoardo VIII (1894-1972) era il figlio primogenito del Re del Regno Unito, Giorgio V (1865-1936). Edoardo era particolarmente noto negli ambienti mondani, sia per il fatto di essere l’erede al trono, sia per il suo aspetto attraente e per un dettaglio non da poco: il suo status di scapolo.

Amava la vita mondana, aveva un gusto ricercato in fatto di moda; durante gli anni Venti e Trenta, frequentava molte feste, presenziava a cerimonie, e faceva parlare per le numerose relazioni con donne sposate. Fu durante una di queste feste, nel 1931, che conobbe la quarantenne, americana, Wallis Simpson (1896-1986) che, dopo un primo divorzio, si era risposata con il direttore di una società di trasporti marittimi.

Tra Edoardo e Wallis ebbe inizio una storia d’amore e un’intesa così forte che non tenne conto né dell’opinione pubblica, né del marito di Wallis, ormai divenuta un’ospite fissa nel palazzo reale inglese. Alla morte del padre, nel 1936, Edoardo fu incoronato re e palesò il suo desiderio di sposare presto Wallis che aveva già avviato le pratiche del secondo divorzio. Fu convocato a Buckingham Palace, il Primo Ministro Stanley Baldwin, cui fu richiesto un parere. Egli fece notare che il popolo non avrebbe mai accettato, anzi si sarebbe sentito oltraggiato dal matrimonio reale con una pluri divorziata, un’arrampicatrice sociale che dava scandalo per il suo comportamento troppo disinibito e il modo in cui, pubblicamente, trattava re Edoardo. La stessa regina madre Mary sosteneva che Wallis Simpson esercitasse un controllo su Eduardo, “curando” la sua disfunzione sessuale, tramite tecniche apprese da prostitute cinesi.

Era anche grave il fatto che Wallis Simpson non facesse mai mistero delle proprie simpatie per Adolf Hitler. Fu addirittura sospettata di essere un agente al servizio della Germania nazista. Nonostante ciò, Edoardo, non dette mai ascolto ai pettegolezzi, fu il primo monarca britannico a proporre il matrimonio a una donna divorziata, pur sapendo che era una proposta impossibile per le leggi del Regno Unito. Basti pensare che il re Enrico VIII per poter sciogliere il matrimonio con Caterina d’Aragona – e sposare Anna Bolena – non chiese il divorzio ma l’annullamento del matrimonio.(https://www.annamariaonelli.net/anna-bolena-1501-07-1536/) 

Così Edoardo, per sposare Wallis, tolse la corona di re, dicendo per radio al popolo che non avrebbe potuto svolgere il suo ruolo senza aver vicino la donna che amava. Il 10 dicembre 1936, egli abdicò in favore del fratello Albert, che salì al trono con il nome di Giorgio VI (1895-1952). 

Questi dette a Edoardo il titolo di Duca di Windsor e, finalmente, nel 1937,  poté sposare la sua Wallis che divenne Duchessa di Windsor. A lei, comunque, il re negò il titolo di altezza reale e la possibilità di trasmettere il titolo ai propri figli.

Edoardo VIII e Wallis Simpson in vacanza. 1936.