Edouard Manet “La colazione sull’erba”, del 1862

Le “Dejeuner sur l’herbe”, un dipinto da scandalo

LA “COLAZIONE SULL’ ERBA” DI ÉDOUARD MANET FU UN DIPINTO DA SCANDALO.
E’ il 1862 quando il pittore francese Manet, in cerca di un ideale pittorico innovativo, inizia a dipingere questo quadro le “déjeuner sur l’herbe”, che terminerà dopo un anno. 
Egli disprezza i pittori che si rinchiudono con modelli e manichini creando quadri morti, vuole che il suo quadro faccia scalpore, e dipinge il quadro più controverso dell’epoca moderna.
 Il motivo? La donna nuda ritratta in primo piano. E’ la modella preferita di Manet una certa Victorine-Louise Meurent, molto conosciuta a Parigi. La borghesia parigina benpensante la riconosce e ricoprì la tela di vituperi.
Manet lo aveva previsto: non era accettabile vedere una donna conosciuta, con un’espressione molto provocante e per niente imbarazzata di essere seduta nuda tra uomini vestiti. 
Nuda in un contesto in cui la sua nudità non significa niente, dipinta in un quadro dalle grandi dimensioni, sembra guardarci senza alcun pudore. Inammissibile questa grande, realistica, nudità a metà ‘800! 
Rifiutato nelle mostre del tempo e coperto di vituperi, il quadro divenne subito famoso, lasciando un segno incancellabile nella storia dell’arte contemporanea perché ha ispirato molti grandi artisti.
Edouard Manet, l’esempio di un uomo che ha scelto la strada difficile della derisione, ma ha raggiunto il suo scopo.

Lascia un commento