A Parigi si vietava alla donne di indossare i pantaloni

di Anna Maria Onelli 16 ottobre 2020 Veduta notturna di Parigi Sembrerebbe incredibile ma proprio in Francia, città della moda, del divertimento e del turismo, è stata in vigore fino al 2013, un’ordinanza emessa nel 1800 dalla Prefettura di Parigi, con cui s’impediva alle signore “di vestirsi come gli uomini”. In breve: una legge che vietava alle donne di indossare i pantaloni. Le donne che avrebbero voluto indossarli avrebbero dovuto esibire alla Polizia, un certificato medico, per avere un’autorizzazione speciale. Ci sono stati diversi tentativi per annullare il divieto ma […]

Riflessioni e appello di un’insegnante, nell’imminente riapertura delle scuole

di Anna Maria Onelli 22 settembre 2020 Anna Maria Onelli Pubblico le riflessioni di un’ insegnante sulla prossima apertura delle scuole, perché ho nel cuore, tutti Voi, miei ex colleghi docenti e dirigenti scolastici . Come sempre, tutto peserà su di Voi, dall’articolazione degli alunni in ogni classe, ai banchi, alla sicurezza che era già un problema in tempi normali, alla sanificazione, alla mensa e ai trasporti. Mentre il governo continua a “riflettere” e a emanare leggi inapplicabili, Voi ce la state mettendo tutta per organizzarvi. Siete i paladini dell’istruzione, […]

Willy, massacrato di botte, è vittima della cultura fascista?

di Anna Maria Onelli 20 settembre 2020 Willy Monteiro L’influencer Chiara Ferragni ha voluto spiegare ai suoi followers, che l’omicidio di Willy Monteiro, un ragazzo di colore, «è figlio della cultura fascista». Credo che lei dovrebbe limitarsi a fare ciò che le viene bene: essere imprenditrice ed essere bellissima. Eviti di condividere sciocchezze e prima di parlare di cultura fascista dovrebbe connettere cervello e parole, per mettersi al riparo dall’ignoranza. È un gioco pericoloso sostenere queste idee, che diffondono odio in nome di un fascismo visionario imputato alla destra, sostanzialmente […]

La perdita di “ Santa Sofia”, è l’Islam che avanza

di Anna Maria Onelli 24 luglio 2020 La Basilica di Santa Sofia. Istanbul, Turchia Chi, andando a Istanbul, non è rimasto incantato davanti alla Basilica di Santa Sofia? Era, ed è stata, per più di 9oo anni, una chiesa cristiana, dedicata alla Divina Sapienza. Fu fatta edificare dall’imperatore bizantino Giustiniano, che la inaugurò nel 537 d.C. a conclusione dei lavori durati appena sei anni. Ci lavorarono diecimila operai, furono utilizzati cumuli d’oro, marmi provenienti da ogni parte del grande impero romano, e ornamenti recuperati dai templi di Atene, Delfi, Efeso.  Quando […]

Anche la stupidità si diffonde come un virus

di Anna Maria Onelli 13 giugno 2020 Che sia inaccettabile la morte di George Floyd , l’uomo di colore americano, soffocato da un ginocchio di un poliziotto, è fuori discussione. Al grido di “Black lives matter”, cioè “le vite nere contano”, molti americani si scagliano contro la polizia e contro Trump. Alcuni violenti hanno bruciato palazzi a Minneapolis , altri hanno distrutto le statue di Cristoforo Colombo, simbolo dei bianchi che hanno rubato la terra agli indigeni. In Inghilterra si chiede di demolire le statue di Churchill , e di […]

Saper leggere e scrivere non basta

Editore: Youcanprint Data di Pubblicazione:  giugno 2020 Il testo è un vademecum che porta all’attenzione la pratica delle buone maniere, l’educazione e la cortesia che, soprattutto oggi, nell’era dell’omologazione, fanno di noi una persona con stile.  Come banchettare a tavola con gli altri, come educare i figli alla socialità del ristorante, come accogliere gli ospiti con garbo  sono l’oggetto di questo testo che non propone un elenco di regole sterili, piuttosto offre un insieme di consigli pratici. Sono indicazioni  veloci e utili di bon ton, date da un’amica che ama […]

Dov’è finito il senso civico degli Italiani

di Anna Maria Onelli 20 marzo 2020 Stiamo a casa per fermare il covid 19 Dopo appena qualche giorno di quarantena per allontanare il contagio da coronavirus, in molte città, si cantava l’inno di Mameli sul balcone. Mi è piaciuto, perché mi sembrava il canto di speranza di un popolo, che cercava nell’unione la forza di combattere. Ora vedo che i flash mob si moltiplicano: chi canta, chi suona e chi balla sul balcone, chi improvvisa show da casa. Stiamo banalizzando anche la sofferenza e la morte, e stiamo trasformando […]

Dalla sessualità sfrenata dei Romani, all’ amore romantico di San Valentino.

di Anna Maria Onelli 14 febbraio 2020 I Luperci fustigano le donne per propiziarne la fertilità Gli antichi Romani, a metà febbraio, celebravano le feste dei “Lupercalia”, dedicate al ciclo della morte e della rinascita, al capovolgimento di tutte le regole. Festeggiavano usando maschere, formando cortei, allestendo giochi in cui i servi prendevano il posto dei padroni. La festa non aveva niente di romantico, era un richiamo alla sessualità divina, libera e sfrenata del dio Fauno-Luperco. I suoi sacerdoti, detti Luperci, correvano come pazzi lungo la Via Sacra, mezzi nudi, […]

La Candelora: da festa religiosa dell’Hippapante ad appuntamento meteorologico.

di Anna Maria Onelli  11 febbraio 2020                                                                  La Candelora: da festa religiosa dell’Hippapante, diventa la festa delle candele, poi si riduce ad appuntamento meteorologico. Nel sesto secolo, fu istituita, in Oriente, la “festa dell’Hippapante” cioè la “festa dell’incontro”, per ricordare il giorno in cui Maria e Giuseppe, secondo la Legge di Mosè, si recarono al tempio di Gerusalemme […]

Anche Manziana (Roma) ebbe il suo cordone sanitario e dette la caccia agli “untori”

di Anna Maria Onelli 11 febbraio 2020 Era 1656, quando giunse a Manziana (Roma), ad Oriolo e nei paesi limitrofi, l’epidemia di peste che aveva colpito Napoli, dove mieteva da 300 a 400 vittime al giorno. Si trattava del bacillo della peste, un’infezione che era passata dal topo all’uomo. Si diffondeva così velocemente, che lo Stato Pontificio, per proteggere Roma dal contagio, aveva emanato un bando contro chiunque avesse fatto entrare nel territorio un appestato o anche i suoi oggetti personali. Si perseguitarono gli “untori”, cioè quelle persone che erano […]